La lingua italiana in Russia

Il P.R.I.A. (Programma di diffusione della lingua italiana in Russia), avviato nel 2005 con la firma degli accordi tra i Governi dei due paesi, si sviluppa grazie al Programma esecutivo per la collaborazione nell’ambito della cultura e dell’istruzione tra la Repubblica Italiana e la Federazione Russa.

Fino agli anni Ottanta del secolo scorso l’insegnamento dell’italiano era praticato esclusivamente a livello universitario nelle città di Mosca e San Pietroburgo. Una rara eccezione rappresentava qualche scuola media di San Pietroburgo. La situazione cambia radicalmente negli anni ’90 quando si creano i presupposti per un salto di qualità nelle relazioni tra la Russia e il resto del mondo.

Così nel 2005 l’Università Pedagogica Statale di Mosca (MPGU) promuove il progetto di introduzione nella scuola pubblica russa delle cosiddette cinque lingue straniere “rare”, e cioè il cinese, il giapponese, il finlandese, l’arabo e l’italiano. L’iniziativa viene approvata dal Ministero dell’Istruzione e della Ricerca Scientifica russo. In questo momento le prof.sse Nadejda Dorofeeva e Galina Krasova iniziano la stesura dei libri di testo che saranno alla base del P.R.I.A. (Programma per la diffusione della lingua italiana in Russia).

In quel periodo, molte scuole di Mosca, in maniera autonoma, cominciano a introdurre l’italiano come L3 e perfino L2 facendo da apripista per il P.R.I.A. promosso dal Dipartimento Istruzione del Consolato Generale d’Italia a Mosca con il prof. Giovanni Perrino e successivamente con il prof. Carlo Davoli. Dal dicembre 2014 il Dipartimento Istruzione dirige il prof. Giuseppe Lo Porto che ha ampliato le attivita` del programma. In questo modo, sia il Progetto della MPGU che il P.R.IA., uniscono le forze avendo un obiettivo comune e permettendo l’insegnamento della lingua italiana inmaniera coordinata su tutto il territorio russo.

Oggi il P.R.I.A. può contare su di una fitta rete di scuole che tra Russia e Italia formano un ideale “ponte culturale” vivo e attivo, che permette viaggi studio e la libera circolazione di persone e idee, su una piattaforma informatica per l’e-learning, così da permettere l’insegnamento a distanza anche per quelle persone che vivono in zone non servite ancora dalle scuole del P.R.I.A., su una struttura organizzata e informatizzata capace di collegare insegnanti, scuole, famiglie e ragazzi come mai prima d’ora era possibile.

  • Organizzazione:

    Ufficio Istruzione del Consolato Generale d'Italia a Mosca
    Scuola paritaria italiano “Italo Calvino”
  • Sito web
    programmapria.ru schoolitalia.ru


Galleria fotografica

    Ricevi newsletter sui nostri eventi!


    Organizzatori


    Proprietario del sito e coordinatore del progetto — Consolato Generale d'Italia a Mosca

    Art direttore del progetto  —  Eltsina Polina / Eltsina Art Projects